--- Polistirolo Italia Home Page ---
Cerca nel sito:
Avvia la ricerca
Iscriviti alla nostra newsletter:
Che cos’è il polistirolo? Quali usi ne vengono fatti? Scopriamolo insieme!

Il Polistirolo è uno dei materiali più utilizzati a livello italiano e mondiale. Sappiamo bene che, in diversificati settori, è utile se non fondamentale trovare il giusto compromesso tra versatilità e duttilità materiale. 

Nell’accezione tecnica, il polistirolo, viene comunemente chiamato Polisirene. Questo materiale è composto principalmente da carbonio, idrogeno, e aria. Il suo componente principale, lo stirene, è un derivato del petrolio e presenta elementi trasparenti. Questo lo rende fortemente utilizzato in molti settori (dei più disparati).
In commercio, esistono differenti tipologie di polistirene: il Polistirene Espanso Sintetizzato (EPS), Il Polistirene Espanso Estruso (XPS), Il Polistirene Antiurto (HIPS).

Partiamo dal primo, e facciamo chiarezza;
Il primo di questi, “EPS”, sviluppato attraverso delle particolari tecniche di fabbricazione, viene utilizzato il più delle volte per la produzione di imballaggi. Essendo poi, di fatto, un ottimo isolante tecnico è maggiormente utilizzato per l’edilizia e nelle realizzazione di pannellature chiamate “sandwich isolanti”.
E’ un materiale rigido formato da carbonio, idrogeno e da grandi quantità d’aria. Viene realizzato partendo dallo stirene, ricavato dal petrolio e presente anche in varie tipologie di alimenti. Quest’ultimo, prima di essere espanso, si presenta sotto forma di piccole perle trasparenti.

La sinterizzazione del materiale è un processo di saldatura delle perle che, sottoposte nuovamente a vapore acqueo, si uniscono fra loro fino a formare un blocco omogeneo di espanso. Il polistirene, di fatto, è una delle principali materie plastiche che derivano dal petrolio. Allo stato ordinario è un materiale rigido, incolore, trasparente, che è la base per diversificate applicazioni.
 
In fase di polimerizzazione, si scioglie all’interno del Polistirene un agente espandente che si lega ad altri additivi, in particolare per conferire ulteriori caratteristiche di resistenza al fuoco.

Successivamente alla polimerizzazione, il polistirene viene unito all’agente espandente e ad altri eventuali additivi.
Si presenta trasparente, incolore, brillante. La forma è quella a granuli con granulometria variabile a seconda degli impieghi. Ha un suono metallico; ha ottime caratteristiche meccaniche anche a basse temperature. Naturalmente, data la grande diffusione di questo polimero, esistono in commercio numerosi tipi di polistirene, a seconda degli utilizzi.
Ha una conduttività termica molto ridotta grazie alla sua struttura cellulare ad hoc, formata per il 98% di aria. Questa caratteristica gli conferisce un’ottima efficacia come isolante.

Il secondo, lo “XPS”, è impiegato principalmente anch’esso nel settore edile per la realizzazione dei cosiddetti “cappotti termici”. E’ maneggevole e senza indicazioni.
E’ Parente stretto del polistirene espanso sinterizzato (EPS). Viene consigliato ogni qualvolta si richieda una resistenza meccanica elevata e dove questa qualità diventa una caratteristica nella scelta del materiale da scegliere.

Il pannello in polistirene estruso trova impiego nell’edilizia civile ed industriale, nell’isolamento termico di pareti, pavimenti e coperture: pannelli prefabbricati per l'edilizia, pannelli in gesso rivestito, inserimento di pannelli in elementi strutturali, ecc.

Il terzo, l’HIPS, è un tipo di polistirene non espanso detto “Antiurto” che si presenta come un laminato plastico compatto. Con questo materiale, vengono comunemente prodotti piatti, bicchieri e altri materiali. E’ di facile incollaggio e stampaggio.

E’ Resistente alla luce del sole e rappresenta un'ottima alternativa ad altre leghe utilizzate in ambiente esterno. I principali punti di forza sono: resistenza agli agenti atmosferici, mantenimento delle caratteristiche dopo l’esposizione agli UV, stabilità di colore, stampabilità, resistenza ai normali agenti, ecc… 

In generale, il polistirolo è anche utilizzato per la produzione di “soggetti” teatrali, cinematografici e per spettacoli (grazie alla loro estrema personalizzazione). 


Ciò che rende speciale il polistirolo è l’a-tossicità. Di fatto, non è dannoso, non viene aggredito da agenti esterni, funghi batteri ed è fortemente resistente all’umidità. Può essere trasportato ed è impermeabile all’acqua. Il Polistirolo espanso è anche traspirante.

Per quanto riguarda il suo riciclo, non ci sono grosse difficoltà. Il polistirolo può facilmente essere riutilizzato e riciclato. Può essere triturato in piccole particelle e sciolto per produrre adesivi o pallet.
Nel montaggio, inoltre, non presenta alcuna difficoltà perché si può spezzare e tagliare con le mani senza alcun pericolo per la salute.

Ecco perché il polistirolo è così speciale! Guarda il nostro Catalogo Prodotti, per scoprire ciò che produciamo a abbiamo prodotto per i nostri innumerevoli clienti che si sono interfacciati con noi!
Seguici!




Per domande, commenti, altre informazioni, puoi contattarci in qualsiasi momento. Telefona, invia un fax o una e-mail.
Saremo lieti di assisterti cercando di risolvere ogni tua necessità.



POLISTIROLO ITALIA snc
Via Galgani, 50
55016 Porcari Lucca
Italia
Telefono: (+39) 0583 298081
Fax: (+39) 0583 295029
Email: info@polistiroloitalia.it

© 2008-2017 Polistirolo Italia snc
Via Galgani, 50 - 55016 - Porcari LU
tel 0583 298081 - fax 0583 298081
info@polistiroloitalia.it
P.IVA 00445470461